P.A.S. e dintorni.....


La "Alienazione Genitoriale" e' una "pseudoteoria" costruita per difendere processualmente uomini abusanti e assicurare soddisfazione a uomini coercitivi!

Lo studio delle Avvocate Michela Nacca e Simona D'Aquilio è impegnato, insieme a numerosi altri professionisti e professioniste di diverse discipline, a combattere la PAS/ Alienazione Genitoriale e sue derivazioni,  in diversi ambiti: in primis nelle aule dei tribunali, ma anche attraverso attività di  formazione, informazione, tramite la comunicazione e nel rapporto con le IstituzionI.

In tale ottica ci siamo concentrate nel 2018-2019 nell'esame dei ddl  45, 118, 735, 768  e 837,  che sono stati  sottoposti all'esame congiunto della 2 Commisione Giustizia del Senato, in sede redigente,  in vista di una radicale riforma del diritto separativo/divorzile e affido dei minori, in cu si sarebbe voluta  introdurre nella legislazione la "alienazione genitoriale", considerata come "disturbo relazionale" (di matrice ed insegnamento bernetiano): sia come nuova fattispecie di reato, in ambito penale (ddl 45 a firma dei Senatori De Poli, Binetti e altri...), sia come  "praesumptio juris et de jure" nei casi di affidamento dei minori, in ambito civile, in caso di  richieste di affido esclusivo dei figli a ragione della violenza subita o assistita denunciata (ddl 735 cd Pillon  ecc).

L'Avv. Nacca e D'Aquilio, insieme alla Associazione Maison Antigone, sono state audite dalla 2 Commissione Giustizia del Senato nel gennaio 2019. In tale contesto, depositando una relazione dettagliata di oltre 240 pagine ricca di riferimenti a studi scientifici,   sono stati evidenziati i motivi per i quali la cd  Shared Custody e soprattutto la collocazione paritaria alternata dei minori, in caso di separazione genitoriale, non corrisponda affatto ad una scelta ottimale ed anzi si puo' rivelare un grave trauma per i minori coinvolti, con conseguenze di ordine psicologico e psichiatrico grave sul loro benessere: cio' nel caso di violenza domestica agita da uno dei genitori, ma anche in caso  di elevata conflittualita' genitoriale dovuta al comportamento manipolante/controllante di un genitore. Gli studi scientifici hanno confermato che, ad ogni modo,  fino ai 5-6 anni del minore la collocazione paritaria alternata non sia mai consigliabile anche in coppie genitoriali separate  collaborative.


Si informa che tutti i diritti su quanto scritto nei nostri articoli sono riservati, se utilizzati deve essere riportata la fonte, il link  e l'autore - trasgressioni saranno perseguite © 2019-2020

UN "BUCO NERO"...COSI SONO DIVENTATI I TRIBUNALI PER LA FAMIGLIA ?



Con l' ordinanza 24937 del 7/10/2019 la Suprema Corte (S.C.) ha ribadito il proprio chiaro orientamento, a favore di una collocazione prevalente a protezione della salute e benessere di bambini ancora troppo piccoli per poter sopportare lo stress di continui andirivieni, finalizzati solo a soddisfare le esigenze egocentriche di genitori che non...

Proprio nel giorno in cui le rappresentanze delle Nazioni relazioneranno alle Nazioni Unite, sullo status quo delle violenze e delle discriminazioni subite da donne e minori (compresi i casi di rivittimizzazione in ambito giudiziario), la nostra Presidente Avv. Michela Nacca, la Vicepresidente Avv. Simona D'Aquilio nonche' l'esperta psicologa e CTP...

Il 4 novembre 2019 l'Italia passera' sotto la lente di ingrandimento dell'ONU, circa lo status quo del nostro Paese sulla lotta alla violenza ed alla discriminazione delle donne. Ma ecco apparirci un'altra occasione mancata, o non colta adeguatamente!

I testi dei ddl sulla Riforma del diritto separativo e sull'affido condiviso della XVIII Legislatura                                     

ai precedenti ddl se ne devono aggiungere altri, a ben vedere alcuni dai contenuti non cosi dissimili....

ddl S. 167  "Modifiche all'articolo 5 della legge 1° dicembre 1970, n. 898, in materia di assegno spettante a seguito di scioglimento del matrimonio o dell'unione civile".

ddl. 282
"Introduzione dell'articolo 706-bis del codice di procedura civile e altre disposizioni in materia di mediazione familiare".

ddl. 552
"Disposizioni in materia di giustizia telematica".

  • ddl. 856
    "Modifiche al codice civile, in materia di assicurazioni, al fine di incrementare i livelli di concorrenza e trasparenza dei rapporti contrattuali con i consumatori".
  • ddl. 885
    "Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale, concernenti l'introduzione del reato di frode patrimoniale in danno di soggetti vulnerabili".
  • ddl 980
    "Modifiche al codice penale e al codice di procedura penale e altre misure in materia di circonvenzione di persone anziane".
  • ddl. 1293
    "Modifiche alla legge 1° dicembre 1970, n. 898, in materia di assegno spettante a seguito di scioglimento del matrimonio o dell'unione civile". (prima firmataria Morani del PD, Relatore Sen Pillon) approvato ad agosto 2020 introduce l'assegno di mantenimento "a tempo" in fase di divorzio v. in https://www.senato.it/leg/18/BGT/Schede/FascicoloSchedeDDL/ebook/51802.pdf
  •  
  • ddl. 1786
    "Conversione in legge del decreto-legge 30 aprile 2020, n. 28, recante misure urgenti per la funzionalità dei sistemi di intercettazioni di conversazioni e comunicazioni, ulteriori misure urgenti in materia di ordinamento penitenziario, nonché disposizioni integrative e di coordinamento in materia di giustizia civile, amministrativa e contabile e misure urgenti per l'introduzione del sistema di allerta COVID-19".
    (Legge 25 giugno 2020, n. 70; G.U. n. 162 del 29 giugno 2020)