Il CSMS Group pubblica due comunicati stampa contro la Parental Alienation ed il suo uso nei tribunali

29.10.2019

di Michela Nacca

Pubblichiamo il recente Comunicato Stampa del CSMS, associazione dei Paesi Bassi che riunisce Giudici, avvocati e professionisti che operano nel tribunali per i minori, pubblicato ad ottobre 2019.

 

Violenza domestica e divorzi complessi

Una volta ... un bambino è stato affidato a un genitore violento

CSMS, ottobre 2019

La violenza domestica è spesso la causa di quella che è considerata una "grande conflittualità" o un "combattuto  divorzio". Gli autori della violenza domestica continuano con abusi emotivi, a volte fisici e talvolta sessuali. Molti autori di violenze domestiche vogliono avere il controllo sul (ex) partner e sui figli. Un divorzio può rafforzare questa esigenza. Le azioni legali e le disposizioni sulle visite sono utilizzate in modo improprio per esercitare questo controllo e continuare a usare la violenza. E con successo: i bambini sono costretti ad avere contatti con un genitore violento o addirittura sono completamente affidati al genitore violento. La fiaba della conflittualità è spiegata da diversi scienziati nazionali e internazionali che hanno studiato questo argomento.

Nei Paesi Bassi, un gruppo di scienziati ha scritto un e-book (vedi https://tinyurl.com/protectthevictims ).  Il Journal of Child Custody recently ha pubblicato un numero speciale su due volumi (2019, vol. 16, numero 1 e 2) (vedi: https://tandfonline.com/toc/wjcc20/16/1?nav=tocList ) e ricerche innovative sono state condotte,  che mostrano  il pregiudizio tossico, pubblicato quest'anno dal Prof. Meier e dai risultati sulla  custodia dei figli  in casi che coinvolgono l'alienazione  genitoriale (PA) e le accuse di abuso '(vedi: https://dx.doi.org/10.2139/ssrn.3448062  ).

Gli scienziati spiegano che molti giudici di famiglia e protettori della gioventù credono in quella che si potrebbe definire una "fiaba sui divorzi ad alto conflitto": cioe'  l'idea che i divorzi complessi siano lotte che sono sfuggite di mano. Finché i genitori mettono al primo posto gli interessi dei bambini e ricominciano a parlarsi, le cose andranno bene. Le accuse di violenza domestica vengono dunque  viste come parte della battaglia. Questa è un'idea molto più bella di quella  che un bambino possa essere costretto a un contatto dannoso con un genitore. Soprattutto l'idea di un padre che vuole rimanere coinvolto con i suoi figli, è un bel pensiero. Molto più bello, ad esempio, dell'idea di un padre che abusa sessualmente del suo bambino o trascura i suoi figli ogni settimana durante le visite e li picchia se disobbediscono. Si tratta di una teoria non valida che porta a non credere alle vittime.  In particolare, i sostenitori della teoria della "parentesi parentale" incoraggiano i giudici familiari e i protettori dei giovani a continuare a credere nella loro storia di conflitti elevati. Non importa quanti segni di violenza domestica ci siano, le obiezioni dei genitori e dei bambini protettivi che parlano della violenza che subiscono: spesso non vengono prese sul serio. Secondo i sostenitori della teoria, tutto può essere spiegato dall'alienazione dei genitori. La teoria afferma che l'altro genitore è impegnato in una campagna di odio conscio o inconscio. I bambini sarebbero facili da influenzare e, pertanto, crederebbero erroneamente di essere stati maltrattati o maltrattati, o forse mentire al riguardo. Molte persone non sembrano accorgersi del fatto che queste teorie sono state originariamente sviluppate da persone pro-pedofili come Gardner e Underwager. Nessuna ricerca scientifica ha dimostrato che i bambini, sotto l'influenza di un genitore, affermano falsamente che l'altro genitore li ha maltrattati o maltrattati. Per non parlare del fatto che è convincente per gli esperti. Sappiamo che si verificano maltrattamenti e abusi e crediamo che una madre dovrebbe lasciare un partner violento. Tuttavia, una madre del genere non è creduta se finisce in un divorzio complesso. Quindi ha asseritamente affermato che oltre il 90% delle accuse sono false, nonostante il fatto che la ricerca sia in contraddizione. Questa (incredulità) può accadere anche ai padri. Tuttavia, recenti ricerche hanno dimostrato che i giudici concordano principalmente con i padri quando accusano le madri di alienazione dei genitori. La credenza nella lotta contro il divorzio delle fiabe è legata ai traumi e talvolta a quella che in olandese viene definita una "tragedia familiare": un genitore violento che uccide i bambini (e forse se stesso).

CSMS Group (https://csmsgroep.wordpress.com )-october 2019

v. in https://twitter.com/CSMSgroup/status/1189150759830642689?s=20 

https://csmsgroep.files.wordpress.com/2019/10/drie-planeten-model-het-beschermen-van-slachtoffers-van-huiselijk-geweld.pdf  



Modello a tre pianeti: proteggere le vittime della violenza domestica

CSMS, agosto 2019

Nei Paesi Bassi non vogliamo che i bambini vengano maltrattati o esposti ad abusi tra genitori. Sosteniamo i diritti umani. Quando un bambino subisce violenza domestica, la maggior parte delle persone ritiene che ciò dovrebbe fermarsi e che il bambino ha il diritto di essere aiutato. Abbiamo diverse organizzazioni e agenzie nel nostro paese che riteniamo debbano essere d'aiuto in questi casi, come Safe Home, la Commissione per la protezione dei minori e le istituzioni di protezione della gioventù certificate. Tuttavia, spesso le cose vanno male: se guardiamo al focus del coinvolgimento dei professionisti, diventa più facile capire perché le cose vanno male. Per questo usiamo il modello dei tre pianeti di Hester (2011). I pianeti sono usati come metafora per indicare che le persone pensano e lavorano in modo così indipendente l'una dall'altra dalle varie forme di assistenza che sembra a coloro che sono coinvolti che si trovano sempre su un pianeta diverso. la vittima adulta della violenza domestica: di solito donne, a volte uomini. Cercano di aiutare la vittima a liberarsi dalla violenza domestica e incoraggiarli a interrompere la relazione. La rottura della relazione è un momento pericoloso, in cui esiste un rischio di intensificazione della violenza, quindi non è un passo facile per la vittima. All'interno di questo pianeta, di solito si lavora su piani di sicurezza, rifugio della vittima e possibilmente investigazione criminale e azione penale nei confronti dell'autore del reato. Il secondo pianeta riguarda le vittime minori, i bambini. Se la situazione non è sicura per i bambini, saranno implementate ulteriori "misure di protezione". Ciò include l'assistenza forzata (OTS) e il collocamento fuori casa. All'interno di questo pianeta, le persone di solito si concentrano maggiormente sulla madre. Ci si aspetta che protegga i bambini e viene incolpata se ciò fallisce (sufficientemente). Il terzo pianeta ha a che fare con genitori e figli quando i genitori sono divorziati. La vittima della violenza domestica ha interrotto la relazione e desidera sicurezza per se stessa e per i bambini. L'autore vuole mantenere l'autorità sui bambini e i bambini possono continuare a prendersi cura e ad educare. Su questo pianeta, spesso non si crede alla violenza domestica, si presume generalmente che la violenza domestica possa essere stata in passato ed è pratica quasi normale lavorare su una buona comunicazione tra genitori e interazione non accompagnata tra il bambino con entrambi i genitori. Pertanto, i pianeti hanno ciascuno il proprio focus. La vittima adulta non riceve lo stesso messaggio ovunque e gli interessi del bambino non sono valutati allo stesso modo ovunque. La soluzione al problema sembra risiedere nel collegare i pianeti e lo stesso principio su ogni pianeta: proteggere il bambino dalla violenza domestica e mantenere il legame tra il bambino e il genitore che non abusa e tenta il bambino per proteggere. Ciò richiede che le persone diventino più consapevoli del fatto che un rapporto con la violenza domestica non è semplicemente interrotto dalla vittima e che la rottura porta a problemi di autorità e interazione. Sarà necessario esaminare molto più attentamente quale violenza domestica ha avuto luogo e con quali conseguenze al fine di determinare se vi può essere una custodia congiunta tra i genitori e una forma di interazione tra il bambino e il genitore che ha commesso violenza domestica. Gli interessi delle vittime devono essere al primo posto, non quelli del genitore che potrebbe aver commesso la violenza. Ad esempio, il secondo pianeta potrebbe chiamare l'aiuto del primo pianeta per capire di cosa ha bisogno la vittima adulta per proteggere i bambini. Il primo e il secondo pianeta potrebbero fornire al terzo pianeta informazioni sulla violenza domestica e sui danni causati sia al genitore che al bambino che ne sono vittime. Il terzo pianeta potrebbe connettersi alla storia e mettere al centro delle considerazioni la protezione del bambino. I professionisti coinvolti dovrebbero anche essere esperti di violenza domestica. Ci sono molti pregiudizi sulla violenza domestica e ci sono tabù. In particolare forme gravi di violenza domestica, come l'abuso sessuale dei bambini, portano facilmente all'incredulità. Il tema della violenza domestica richiede specializzazione e team forti in cui le persone si incontrano
rafforzato lavorando sulla crescente competenza e offrendo supporto (emotivo). I Paesi Bassi hanno un piccolo gruppo di persone su questo tema che sono esperti di scienza o pratica. Si consiglia di prendere sul serio questo gruppo e di facilitare l'ulteriore accrescimento delle proprie conoscenze e competenze e di trasferirlo attraverso la cooperazione (internazionale) e, ad esempio, attraverso la formazione. Non è consigliabile continuare con lo stato attuale delle cose, che lascia molto spazio ai laici e ai generalisti per informare i politici. Vuoi saperne di più su questo argomento? Abbiamo una serie di suggerimenti di lettura per te: Hester, M. (2011). Il modello dei tre pianeti: verso una comprensione delle contraddizioni negli approcci alla sicurezza delle donne e dei bambini in contesti di violenza domestica. British Journal of Social Work, 41 (5), 837-853. https://doi.org/10.1093/bjsw/bcr095CSMS  . (2019). Non si ferma finché non proteggi le vittime. Divorzi complessi e sospetti / accuse di violenza domestica. Download gratuito tramite: https://ge.tt/2oGfYNw2  La violenza intima dei partner contro le donne è un fattore essenziale nella determinazione della custodia dei minori, affermano gli esperti dei diritti delle donne. (2019). Da leggere sul sito web del Consiglio d'Europa: https://tinyurl.com/coe-violence-custdy  . La nostra traduzione in olandese può essere scaricata gratuitamente qui:  https://ge.tt/3e0iKOx2

v. in  https://csmsgroep.files.wordpress.com/2019/10/victim-blaming-and-domestic-violence-october-2019-csms.pdf