Pj Media pubblica dei Report che dimostrano la corruzione e la grave distorsione in atto nei Tribunali della famiglia americani: la violenza paterna ignorata e le madri che denunciano punite, i bambini rivittimizzati. Come in Italia?

18.04.2021

di Avv. Michela Nacca

La Giornalista statunitense Megan Fox sta pubblicando su PJ Media una serie di Report che dimostrerebbero la corruzione e la distorsione della Giustizia dilagante nel tribunali della famiglia USA: violenza paterna negata, ignorata o sminuita perche' ritenuta inveritiera, infondata o "irrilevante", cosi come insegnato dalla teoria Parental Alienation, bambini e madri che denunciano chiedendo protezione ma che rimangono costantemente inascoltati, venendo puniti, divisi e rivittimizzati. Bambini costretti a frequentare padri abusanti a cui sempre piu' spesso rischiano di venire riaffidati.

Secondo la giornalista tutto cio' e' uno "dei piu' grandi schemi per fare soldi", "the biggest money-making schemes" , ridefinito uno schema "Kids for Cash" (bambini in cambio di soldi) . Un problema di business dunque che coinvolge Avvocati, Tutori ad Litem, Psicologi e Psichiatri forensi, psicologi ed educatori coinvolti in percorsi di riallineamento con genitori cd "alienati", ad alto rischio di essere in realta' abusanti, coordinatori genitoriali, mediatori, Giudici.

Un "repugnant market" come definito in Inghilterra che fa incontrare le adomanda di genitori abusanti che hanno interesse a mantenre il controllo sulle loro vittime di violenza domestica (in genere madri e figli minori) ed i professionisti disposti a mettere in campo la loro professionalita' e la loro attivita' per accontentarli!


La giornalista Megan Fox richiama e conferma gli  scoop di Michel Volpe, un altro  giornalista investigativo che, sulla sua pagina YouTube,  sta pubblicando sistematicamente video di madri  della contea di St. Louis che riferiscono le loro terribili esperienze vissute nel sistema giudiziario americano,  a causa di Tutori, Giudici, Avvocati  e  terapisti infedeli alla Giustizia ed alla legge.

Michel Volpe (che segue da vicino anche il nostro lavoro insieme a Danielle Pollack, Joan Meier, Simon Lapierre, Natalie Page e tanti altri https://www.facebook.com/groups/353874058544855/permalink/795356101063313 )   ha ottenuto delle registrazioni di conversazioni tra GAL (Avvocati Tutori  ad litem) e Giudici della famiglia,  che evidenziano un sistema di corruzione che tende  a difendere padri abusanti - soprattutto predatori benestanti - e punire madri e minori vittime di violenza domestica e abusi incestuosi,  pronti a coordinarsi per impedire la diffusione di notizie e indagini che rivelerebbero  il loro malaffare.

Si tratterebbe di una vera e propria organizzazione criminale  che lucra  su genitori abusanti ma anche su genitori semplicemente conflittuali o coercitivi.

" C'è una presunta grande rete di studi legali che lavorano insieme l'uno con l'altro nello stesso caso del tribunale della famiglia, ognuno dei quali rappresenta una delle parti e presumibilmente promette di avere a cuore il vostro interesse e quello di vostro figlio, ma l'unico interesse che hanno è quello di mettere le parti l'una contro l'altra e di prosciugare la parte con il portafoglio finanziario più piccolo prima di raggiungere un accordo. All'insaputa della parte con il portafoglio finanziario più piccolo, il suo caso non andrà mai in giudizio, ma si trascinerà finché avrà denaro disponibile da buttare via, il che è nel migliore interesse di ogni avvocato coinvolto nel caso. Nella maggior parte dei casi che sono stati esaminati, la parte che ha le finanze per trascinare il caso abbastanza a lungo da prosciugare la parte avversaria, si aggiudica i figli minori dal tribunale della famiglia, indipendentemente dalla loro storia mentale, criminale e/o di abuso infantile.".


"Daily Docket News - la testata giornalistica che sta effettuando indagini nel sistema della famiglia del Missouri denunciando la follia criminale -  è dedicato a far luce sulle gravi ingiustizie che avvengono nella palude del tribunale della famiglia, nello stato del Missouri. È stato uno scandalo nazionale per decenni in cui i tribunali quotidiani di questo paese hanno sistematicamente fallito nel proteggere i nostri bambini da abusi fisici, emotivi e sessuali da parte di genitori predatori. Ciò che è altrettanto scandaloso è il silenzio sulla copertura di questo problema inimmaginabile. Si tratta di una terribile realtà di traffico di bambini attraverso i tribunali familiari negli Stati Uniti d'America... Questi casi presentano un chiaro schema di traffico di bambini attraverso i tribunali familiari che coinvolgono avvocati collusi, tutori ad litem, terapisti e valutatori forensi, che si impegnano in casi di divorzio, custodia dei bambini, adozione e paternità, che per coincidenza coinvolgono tutti genitori predatori benestanti."

It is nothing else but a legalized scheme of child trafficking


PROFESSIONISTI ONESTI MINACCIATI ED INTIMIDITI


Il DDN - Daily Docket News -  "sostiene di aver ricevuto centinaia di lettere da avvocati di St. Louis che non volevano essere nominati a causa di un'atmosfera di estrema intimidazione e paura che anche loro avrebbero subito ritorsioni da questa potente cabala di avvocati e giudici collusi.  Un breve estratto da due delle lettere denuncia un modello inquietante"

.("DDN claims to have received hundreds of letters from St. Louis attorneys who did not want to be named because of an atmosphere of extreme intimidation and fear that they too would be retaliated against by this powerful cabal of colluding attorneys and judges. A short excerpt from two of the letters alleges a disturbing pattern.").

Avvocato t, avvocato di relazioni familiari  di Saint Louis, 17 anni nella pratica del diritto di famiglia, ha scritto:.

"Trovo che i giudici del tribunale della famiglia stanno abdicando alla loro responsabilità di prendere queste decisioni che alterano la vita dei bambini, ma invece lasciano tutto in mano a tutori ad litem mal addestrati e di parte come Pudlowski. Pudlowski determina sempre, all'inizio, quale genitore ha più risorse finanziarie, poi etichetta quel genitore come buono, e successivamente l'altro genitore come cattivo per tutto il caso, chiudendo ogni prova del contrario. Vilipendere un genitore come fa sempre Pudlowski, con i rapporti fraudolenti di Reid basati sulla fabbricazione, sul sentito dire e non su prove reali insieme alla falsa terapia di Van Luven, è una completa negligenza degli interessi dei bambini che mira a dirottare enormi somme di denaro in profitti mentre distruggono le vite dei bambini che sono assunti per proteggere. Non è altro che uno schema legalizzato di traffico di bambini attraverso i tribunali familiari della contea di Saint Louis. La Pudlowski sa esattamente quello che sta facendo come padrona della palude".

Avvocato E, avvocato di relazioni domestiche di Saint Louis, 24 anni nella pratica del diritto di famiglia

"Ho visto un caso dopo l'altro in cui letteralmente nessuna prova è stata ammessa da un genitore per confutare le false dichiarazioni dell'altro genitore, che erano semplici dicerie non supportate da alcuna prova. I giudici del tribunale della famiglia stanno tirando fuori dal nulla le loro decisioni di custodia su consiglio di tutori ad litem corrotti come Pudlowski e pseudo psicologi come Reid mascherati da valutatori addestrati delle interazioni familiari. Reid ha detto al mio cliente che è sposato con l'onnipotente e potente giudice Laurence Mooney, che siede nella Corte d'Appello, e che il mio cliente sarebbe sciocco a sfidare le opinioni di Reid. La Pudlowski si è vantata con il mio cliente di essere amica di Larry e che passano le vacanze insieme. Pudlowski ha detto alla mia cliente che se non avesse fatto esattamente quello che le era stato detto, Pudlowski si sarebbe assicurato che la mia cliente vedesse i suoi figli solo per un'ora una volta al mese con una stretta supervisione. Se questo non è traffico di bambini, allora cos'è? La escludo immediatamente dai miei casi."


Gli Avvocati che hanno scritto al DDN hanno raccontato di minacce e pressioni esercitati da Giudici e Tutori sulle madri affinche' si sottomettessero a valutazioni e  terapie solo presso i centri  indicati: centri che non le avrebbero difese. Minacciavano  di descrivere queste madri  come "genitori non cooperanti":  dunque inadeguate e tali da meritare la ablazione dei figli minori.

Nelle registrazioni dei dialoghi tra Giudici e Tutori americani, tra risate crasse e battute svilenti verso madri e bambini rivittimizzati,  si sente sostenere che, per difendersi,  avrebbero fatto valere una sorta di "immunita'" di cui  ritengono di godere, insieme ad assistenti sociali, per il fatto stesso di lavorare "per lo Stato": una immunita' che non ha alcun fondamento legale, che trova giustificazione che quanto dichiarato da pubblico ufficiale faccia "fede pubblica" fino a querela di falso e  che di fatto ostacola  regolarmente la giustizia alle vittime, i cui diritti sono stati violati dalle istituzioni e dagli operatori istituzionali. I giornalisti denotano nei loro servizi che, chi parla, sono Tutori e Giudici dalle costose ville, inadeguate per le risorse dichiarate.

In USA le mamme hanno capito che non avrebbero piu' potuto ottenere giustizia nei Tribunali, cosi si sono rivolte ai giornalisti, insieme ai loro legali e supportate dalla Comunita' Accademica Internazionale: il giornalismo come ultima speranza per  ottenere Giustizia e protezione per i loro figli!


In Italia Maison Antigone da tempo chiede non solo piu' alle mamme ed agli ex minori rivittimizzati di parlare degli abusi istituzionali vissuti, ma anche ad Avvocati, Assistenti sociali, medici di famiglia, pediatri, psicologi e psichiatri che si siano trovati testimoni qualificati di eventuali analoghi abusi agiti nei tribunali italiani. 

La Commissione Femminicidio presieduta dalla Senatrice Valente oggi sta lavorando sseriamente ed alacremente affinche' i bambini non siano piu' prede indifese: ne' di genitori abusanti ne' di business economici!


#ChildrenLivesMatter