Una nuova metodica rivoluzionaria permettera' di rilevare le lesioni cerebrali traumatiche (TBIs) in meno di 15 minuti

16.01.2021

di Avv. M. Nacca

Quando lo hanno presentato tutti hanno pensato ai traumi di soggetti adulti derivati da incidenti, cadute accidentali  e sport violenti. In realta' la nuova metodica per il rilevamento di lesioni cerebrali traumatiche (TBIs), che fornisce diagnosi  in meno di `15 minuti, presentata in anteprima mondiale dalla  Abbott, potra' trovare grande utilita' per le donne ed i bambini vittime di violenza domestica.  

Si tratta di un dispositivo portatile appena autorizzato in USA che consentirà ai medici, con un semplice test dels angue,  di salvare  vite umane, riducendo drasticamente il tempo necessario per diagnosticare correttamente un trauma cerebrale. Il dispositivo è prodotto da Abbott, un'azienda di dispositivi medici con sede negli Stati Uniti.
'Si tratta di un traguardo enorme che non è mai stato fatto prima: un esame del sangue per il cervello', ha affermato la dottoressa Beth McQuiston, direttore medico delle attività diagnostiche di Abbott. 'Fino ad ora, gli operatori sanitari hanno dovuto fare affidamento su misurazioni soggettive per TBI, ma finalmente abbiamo uno strumento più obiettivo per aiutare a valutare i pazienti'.
Esperti indipendenti intervistati da ABC News hanno convenuto che questo test per il cervello potrebbe tracciare una nuova era nelle cure mediche per i pazienti con trauma cranico.
"Penso che sia rivoluzionario. La prima volta che siamo in grado di valutare la salute del cervello utilizzando un esame del sangue ', ha detto il dottor Frederick Korley, professore associato di medicina d'urgenza presso la University of Michigan Medical School e membro della facoltà del Michigan Concussion Center.

Il trauma cranico è un'interruzione della normale funzione cerebrale causata da un colpo o una scossa alla testa. Una commozione cerebrale è la forma più lieve di trauma cranico, ma i pazienti possono soffrire di una costellazione di sintomi fisici, cognitivi, emotivi e del sonno. Alcuni dei segni più comuni includono: confusione, mal di testa, visione offuscata o doppia, vertigini, affaticamento, perdita di memoria, difficoltà di concentrazione e insonnia.
Il trauma cranico è una delle principali cause di morte e disabilità negli Stati Uniti.  Secondo i Centers for Disease Control and Prevention, nel 2014 sono state effettuate 2,87 milioni di visite al pronto soccorso, ricoveri e decessi correlati a TBI. Gli atleti e le persone anziane sono i più a rischio di TBI.
Sfortunatamente, molti pazienti con trauma cranico lieve hanno difficoltà a ottenere una diagnosi accurata e tempestiva, anche se sono alle prese con sintomi in corso. Ciò si traduce in un trattamento ritardato. I medici utilizzano spesso una serie di questionari di screening, esami fisici e scansioni TC per scattare immagini  del cervello al fine di valutare il trauma cranico. Tuttavia, gli esperti concordano che queste tecniche non sono perfette e non esiste un modo oggettivo per valutare in modo affidabile il trauma cranico.

'Uno degli aspetti più impegnativi della diagnosi di commozione cerebrale oggi è che non ci sono test oggettivi', ha affermato il dott. Farng-Yang Foo, neurologo presso il Concussion Center della NYU Langone Health. "Attualmente, gran parte della diagnosi avviene tramite auto-segnalazione del paziente, ciò che il paziente ci dice. Questo rende difficile fare una diagnosi. '
Il nuovo esame del sangue di Abbott può servire come strumento obiettivo per aiutare i medici a valutare i pazienti con trauma cranico, perché si basa sulle firme molecolari nel sangue. Il test richiede un piccolo campione di sangue prelevato dal braccio, dal quale viene estratto il plasma, che  viene inserito nello strumento portatile.
"Il vero valore sta nell'aiutare a guidare i fornitori di servizi medici di pronto soccorso e cure urgenti. Il test li aiuterà a decidere chi ha bisogno di ottenere una TC o una risonanza magnetica e chi no ', ha detto il dottor Steven Flanagan, presidente di medicina riabilitativa e co-direttore del Concussion Center presso la NYU Langone Health.

Il test è stato sviluppato in collaborazione con il team di ricerca Transforming Research and Clinical Knowledge in Traumatic Brain Injury (TRACK-TBI) e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Il dottor Geoffrey Manley, capo della neurochirurgia al San Francisco General Hospital e ricercatore principale di TRACK-TBI, ha detto a ABC News che questo nuovo test migliorerà il flusso dei pazienti nei pronto soccorso affollati :"'Spero che ci sarà un'adozione diffusa di questo strumento perché faciliterà il passaggio delle persone attraverso il sistema più rapidamente, facendo uscire le persone dal pronto soccorso che non hanno bisogno di stare lì per 3 ore in attesa di una TC cranica".
Evitare  scansioni TC non necessarie  ridurra'  i costi dell'assistenza sanitaria, evitera' intuili esposizioni a  radiazioni non necessarie che hanno dimostrato di aumentare il rischio di cancro, evitera' sovraffollamento nei PS, cosi da evitare contagi in tempi di Covid, come ha evidenziato  Korley, professore della University of Michigan Medical School.

Questo test servira' ad integrare  il giudizio clinico. "Alla fine devi fare affidamento sul giudizio clinico. Ci sono sempre falsi negativi. Si deve essere cauti. I livelli di GFAP e ubiquitina non supereranno mai il giudizio di un medico del pronto soccorso secondo cui qualcuno ha davvero bisogno di una TAC ", ha sottolineato Flanagan.

Un test che potra' essere utile specialmente nei bambini,  che difficilmente riescono ad esprimere i loro disagi ed i sintomi di una commozione cerebrale o di un trauma di piu' gravi proporzioni.

v. inhttps://abcnews-go-com.cdn.ampproject.org/c/s/abcnews.go.com/amp/Health/traumatic-brain-injury-test-game-changing-concussion-experts/story?id=75179824