Persa ogni speranza per il riconoscimento della Parental Alienation, ora si mira al "delirio incapsulato"

09.06.2021

di Avv. Michela Nacca

Lunga storia tragicomica della Pas....

In principio era la Pas (Parental Alienation Syndrome) una "pseudoteoria" "nazista" elaborata dal medico e consulente tecnico Richard A. Gardner, in difesa di padri denunciati per abusi incestuosi.

Una teoria che lo stesso Avvocato Psicologo Professore , CTU e CTP Guglielmo Gulotta ritenne "inventata" e "costruita" ( v. in "La sindrome di alienazione genitoriale", Quaderni del Centro Nazionale di Documentazione ed Analisi sull'ínfanzia e l'Adolescenza, Pianeta Infanzia Questioni e Documenti dell'Istituto degli Innocenti di Firenze pag. 27ss ) e cio' nonostante non per questo reputo' di non poterla insegnare in molteplici corsi di Psicologia Giuridica, diffondere in Convegni e Seminari formativi, difendere dalle feroci critiche altrui, ma soprattutto usare - anche lui - in ambito processuale.

 
Bocciata la Pas dall'intera Comunita' Accademica internazionale, dal 2004 - l'anno dopo del suicidio di Gardner  avvenuto a distanza di qualche mese dal rivelamento che egli non fosse affatto un Professore della Columbia University, come da anni dinanzi i tribunali andava  presentandosi - si inizio' a parlare di Parental Alienation Disorder.

Cambiando il nome - da Sindrome a Disordine - il delfino Prof. Bernet penso' che l' "Apice della Follia" Parental Alienation -diversamente nominata - potesse essere cosi finalmente e facilmente accolta dalla Comunita' Accademica internazionale.


Ma posto che la scienza e' ben piu' che un semplice vestito da indossare o una maschera da cambiare, fu cosi che anche l'Alienazione Parentale intesa come Disordine fu soronamente bocciata: l'APA ne decreto' la non inclusione nel DSM5 nel 2010..."e' Junk Science" aveva detto  Paul Fink, Psichiatra e Professore Universitario, Presidente dellAPA !    v. in https://www.mdedge.com/psychiatry/article/23932/pediatrics/fink-still-large-dsm-5-promises-change-practice-psychiatry-big


Non ci si perse d'animo... bastava ricambiare nome ed i Giudici avrebbero continuato ad applicarla strappando bambini alle loro madri protettive che "amano troppo"  !

Cosi dalla Pas alla PaD si arrivo'  alla PaR: all' Alienazione Parentale intesa come "problema relazionale genitore-figlio" ! Del resto era questa una voce gia' inclusa nel DSM5...  dunque perche' non  dire che la PaR fosse proprio lei ? ... gia' inserita,  bella e pronta all'uso!


Si pensava gia' alla vittoria...ma niente!

L'APA  boccio' nel 2012-2013 anche la PAR...non rientra in  un "problema di relazione genitore-figlio" risposero!     Non ve la mettiamo neppure in nota, aggiunsero ...non e' un esempio di problema relazionale genitore-figlio! Perche'?  Perche' il problema relazionale e' un problema genitore-figlio ossia   diadico ...e non triadico come vorrebbe sostenere la Parental Alienation, venne precisato. E se un bambino rifiuta un genitore cio' avviene "nella quasi totalita' dei casi perche' ha paura" e non perche' sia stato manipolato da una mare malevola!

Se un bambino rifiuta un genitore la causa va ricercata nel loro rapporto duale e non in una fantomatica manipolazione esterna al rapporto...tanto piu' se presunta in base a un mero pregiudizio !

Persa la battaglia con il DSM 5,  nel 2013 ci vollero anni per capire cosa fare e dove andare: chi ancora parlava di Pas, chi di PaD, chi di PaR come problema relazionale ....chi inizio' a valutare e proporre la PaC ossia la Alienazione Parentale intesa come crimine, chiedendo che venisse introdotta come reato ...e chi si oriento' alla PaB, ossia alla Alienazione Parentale come comportamento!

Una vera Babele...ad ogni obiezione o bocciatura della Parental Alienation spuntava un nome nuovo!

Un tale trasformismo camaleontico avrebbe dovuto gia' di per se' indurre al sospetto piu' di qualcuno...come puo' considerarsi scientifica una teoria che non segue regole razionali, ne' ragionevoli, che non rispetta criteri scientifici , fondata su pregiudizi sessisti, che non da voce  ai minori, che li imbavaglia reinterpretandone azioni e pensieri,  che presume un padre l'adeguatezza genitoriale di un padre violento ma la esclude ad una madre che chiede protezine dalla violenza?  Come si fa a ritenere scientifica una teoria  che cambia nome  con ogni  soffio d'aria contrario, quasi ogni anno, ad ogni bocciatura, ad ogni critica?

"E' psicologia creativa!" qualcuno azzardo'!

L'arte e' creativa, l'arbitrarieta' pure  ...ma non la scienza ....ne' lo puo' essere il diritto!

Ci penso' l'OMS a porre  la pietra tombale, bocciando  tutte le decine di richieste di inclusione: dalla Pas alla PaD, dalla PaB alla Par!

E la Cassazione? dice che e' "nazista"!

E ora?


Che si fa?

C'e' sempre la bigenitorialita'! E poi si ricambia nome...anzi nomi!  cosi sara'  ancor piu' difficile far capire che e' sempre la stessa "junk science" !

Sicche' dopo i piu' recenti   "conflitto di lealta'"... "simbiosi"....'piripacchio"  ..."appatllamento".... "sindrome da anaffettivita'"..."madre malevola"..."madre adesiva"... infine oggi abbiamo  il   delirio incapsulato!

Insomma si va alla ricerca di termini gia' usati o del tutto inventati per appiopparli alla Pas...sperando che qualcuno ci caschi!